Stampa
Categoria: imparare
Visite: 4908

"Non mettere tutte le uova in un cestino"

La diversità è la nostra assicurazione contro i capricci della natura e della vita di tutti i giorni.

L'Australian Honeyeater e Hummingbird hanno entrambi un lungo becco e sono in grado di librarsi, rendendoli ideali per bere il nettare di fiori lunghi e stretti. Questa straordinaria coevoluzione è il simbolo della specializzazione delle forme e delle funzioni in natura.

È la grande diversità di forme, funzioni e interazioni all'interno della natura e dell'umanità che dà origine alla complessità dei sistemi evolutivi. Il ruolo e l'importanza della diversità in natura, cultura e permacultura sono essi stessi complessi, fluttuanti e talvolta apparentemente contraddittori. La diversità deve essere vista come il risultato di un equilibrio o tensione nella natura, tra varietà e possibilità, da un lato, e produttività e potere dall'altro.

È ormai ampiamente riconosciuto che la monocoltura è una delle principali cause di vulnerabilità a parassiti e malattie, e quindi una causa per l'uso diffuso di sostanze chimiche tossiche ed energia per combatterli. La policoltura è una delle applicazioni più importanti e ampiamente riconosciute dell'uso della diversità per essere meno sensibili a parassiti, rischi climatici e fluttuazioni del mercato. La policoltura riduce anche la dipendenza dai sistemi di mercato e promuove l'autonomia delle famiglie e delle comunità offrendo loro una maggiore varietà di beni e servizi.

Tuttavia, la policoltura non è certamente l'unica applicazione di questo principio. La diversità dei diversi sistemi agrari riflette la natura unica del sito, la situazione e il contesto culturale.

La diversità delle strutture, siano esse viventi o costruite, è un aspetto importante di questo principio, così come la diversità all'interno delle specie e delle popolazioni, incluse le comunità umane. Preservare almeno parte della grande diversità di lingue e culture sul pianeta è probabilmente importante quanto la conservazione della biodiversità. Se la discesa energetica è accompagnata da risposte inadeguate e distruttive, ci saranno impatti negativi sulla diversità culturale e sulla biodiversità. Ma a più lungo termine, la crisi energetica rallenterà la macchina economica distruggendo la biodiversità e stimolerà nuove diversità a livello locale e nelle ecoregioni. Mentre molti movimenti ambientali e sociali riconoscono solo la diversità biologica e culturale del passato, la permacultura è ugualmente dedicata alla creazione di una nuova biodiversità regionale dal melting pot naturale e culturale che abbiamo ereditato.

Console Debug Joomla!

Errori nei file di lingua da analizzare

File lingua caricati

Stringhe non tradotte