Fattorie della vita

 

Per te, le nostre zattere di salvataggio
Voi che leggete questo per la prima volta, dovete davvero ascoltare, altrimenti anche voi cadrete nel buco.
Stiamo reclutando
Stiamo reclutando attivatori. Queste sono le persone, donne o uomini, che si occupano della creazione della comunità e della fattoria. {Youtube}
L'autonomie
L'autonomie pour la future civilisation consiste en deux choses : Se passer de tout ce que la civilisation actuelle produit Produire ce dont les
L'autonomie
L'autonomie pour la future civilisation consiste en deux choses : Se passer de tout ce que la civilisation actuelle produit Produire ce dont les
elasticità
La resilienza è la qualità che definisce la capacità di un sistema di resistere agli attacchi. Per le fattorie della vita, la resilienza dovrà
politica
Il nostro rapporto con la civiltà attuale. Organizzazione agricola dopo il crollo
La comunità
Costruire una comunità in una nuova civiltà ... Abbandonato tutto ciò che ha marcito le nostre vite, ma ha anche prodotto tutto ciò che è
I motivi
La ricerca della terra è un'azione che richiede una comunità unita e volontaria. Questa è la prima grande difficoltà che deve essere superata.

Inizieremo un ciclo di un capitolo ogni due giorni per mostrare come possiamo:
1. Migliorare prima e poi permettere una vita felice per i più svantaggiati, quelli esclusi da questa civiltà, che saranno sempre più numerosi. Se le previsioni degli economisti diventano realtà, una crisi più grave di quella del 1929 sta spazzando i paesi industrializzati, significa che nessuna struttura ufficiale o generosa sarà in grado di far fronte alle difficoltà del maggior numero.
2. Attraversare il grande sconvolgimento, quando nessuna struttura ufficiale può funzionare. Rapidamente, i servizi essenziali scompariranno e la vita diventerà un inferno.
3. Vivere dopo il grande sconvolgimento.
La nostra strategia è semplice:
· È impossibile riformare sostanzialmente il sistema attuale senza che crolli. E comunque nessuna autorità è in grado di imporre tali regole.
Quindi, accompagneremo semplicemente l'attuale comportamento della civiltà.
Sta vivendo un'orgia di trasformazione, di creazione che non è mai stata vista. È la folle corsa dei sovrani e di coloro che li controllano, grandi fortune, grandi aziende e grandi o piccole amministrazioni. L'inquinamento aumenta tra l'1 e il 2% all'anno qualunque cosa facciano i cittadini. E questo continuerà fino a quando il sistema non si spegne da solo. Lì, inizieranno i rischi vitali per tutti gli esseri viventi.
· Se il sistema attuale continua oltre il 2030 circa, la terra diventerà inadatta alla vita intorno al 2060-2070. E non solo gli umani, ma tutti gli esseri viventi. Gli scienziati stanno già annunciando che i tre gradi saranno raggiunti nel 2050. I nostri agricoltori si lamentano della siccità, che si ripresenta anno dopo anno con falde acquifere sempre più basse. Per ovviare a questo problema, immagazzineranno l'acqua sulla superficie, che avrà la conseguenza, tra l'altro, di ridurre l'approvvigionamento idrico di queste stesse falde acquifere.
· Dobbiamo quindi costruire le nostre scialuppe di salvataggio che sono strutture comunitarie su un terreno di un ettaro e che richiedono quattro anni di maturazione. Queste canoe devono essere abbondanti per garantire che tutti i fondamenti della vita trovino i mezzi per essere adempiuti.
Le scelte che abbiamo fatto per definire un modo di avere un futuro non sono il risultato della nostra buona volontà ma dei vincoli che ci sono imposti dalla natura, il conforto degli umani in un mondo caotico, la sopravvivenza di tutti quelli su cui siamo sarà in grado di raggiungere.
Didier Lainard
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.